Dieci canzoni (+ 4) per cuori infranti

Porque o amor, é a coisa mais triste, quando se desfaz Amor em Paz – Tom Jobin Anni fa conoscevo un tizio che faceva un lavoro piuttosto particolare, almeno all’interno della nostra cerchia di amici (composta per lo più da studenti, a dire il vero). Mentre alcuni di noi avevano, o puntavano più o meno…

14 canzoni per l’Estate (più 2)

Con le tue mani di carta per avvolgere altre mani normali Con l’idiota in giardino ad isolare le tue rose migliori col tuo freddo di montagna e il divieto di sudare e più niente per poterti vergognare. Com’è che non riesci più a volare.   Canzone per l’Estate – Fabrizio de Andrè Mia figlia alza…

Little Bird

Where’s my pretty bird He mut have flown away If I keep singing He’ll come back someday Little Bird – The Beach Boys Steve è l’unica persona con la quale ho parlato ad avere una sua pagina su Wikipedia in Inglese, certo, una piccola pagina, ma è pur sempre qualcosa. Cresciuto a New York, nei…

10 canzoni per una sconfitta

In occidente non esiste la cultura del perdente, solo l’esaltazione del vincitore. Ma è nella sconfitta che si manifesta la gloria dell’uomo. (Leonard Cohen) “Vincere con modestia e perdere con leggerezza: questo è il marchio di un grande sportivo (uomo).” (Gareth Edwards) Il revival è una tendenza che è sempre stata presente nell’umanità, pescare qualche…

Dieci canzoni (più una) per un funerale

“Non escludo il ritorno” – epitaffio sulla   tomba  di Franco “Er Califfo” Califano Forse è colpa dell’autunno, oppure del primo Novembre che è alle porte. Oppure si tratta del ritorno dell’ora solare, che con quei sessanta minuti di buio che si porta dietro non aiuta. L’umore è più malinconico del solito, che nel mio…

Desolation row – Centro commerciale, Sabato pomeriggio

Penserò davvero ai nostri valori, ai sabati passati nei centri commerciali, nei migliori dei casi a comperare cose nonostante gli armadi pieni, agli aperitivi consumati in bar affollati, per farci venire l’appetito, alle apericene, fatte di piatti scongelati e chiacchiere inutili, agli addii ai celibato con plotoni di trentenni vestiti uguali ubriachi già nel pomeriggio, agli addii al nubilato, con donne vestite da fatine, con dildo al posto della bacchetta magica, ai bacari tour di giovanotti dalla campagna veneta che calano a Venezia in cerca di “osterie vere” e che finisco per bere vino sfusa da 2 eur al litro, con i loro tatuaggi in bella vista e nessun rispetto per le pietre che calpestano.

I am hurting inside. Ovvero Bob Marley spiegato al resto del mondo.

Nel mezzo del cammin di nostra vita. mi ritrovai per una selva oscura. ché la diritta via era smarrita.  La Divina Commedia – Dante Alighieri Immaginatevi a 35 anni, dovrebbe essere facile, per qualcuno sarà una proiezione nel futuro, per altri un viaggio a ritroso nel tempo. Immaginatevi di avere 35 anni, immaginatevi di essere…

Viaggiare (da fermi) con Il Poltronauta

“Partire è un po’ morire” Cap. Edward John Smith, Titanic.   Per festeggiare i 100 post (che in realtà sono 83, ma chi li conta più), ritorna la magnifica mappa de Il Poltronauta, per vedere dove “abitano” le storie del viaggiatore immobile. Buona lettura e buon viaggio.