Questo post parla di Blade Runner, ma anche di altro.

I’ve seen things you people wouldn’t believe. Attack ships on fire off the shoulder of Orion. I watched C-beams glitter in the dark near the Tannhäuser Gate. All those moments will be lost in time, like tears in rain. Time to die. Rutger Hauer / Roy Batty – Blade Runner   Da ragazzino avevo un…

10 canzoni per una sconfitta

In occidente non esiste la cultura del perdente, solo l’esaltazione del vincitore. Ma è nella sconfitta che si manifesta la gloria dell’uomo. (Leonard Cohen) “Vincere con modestia e perdere con leggerezza: questo è il marchio di un grande sportivo (uomo).” (Gareth Edwards) Il revival è una tendenza che è sempre stata presente nell’umanità, pescare qualche…

El Bacàn, racconto di un’estate.

Cammina come un vecchio marinaio / non ha più un posto dove andare / la terra sotto i piedi non lo aspetta / strano modo di ballare. Dolce Luna – Fabrizio de Andrè Ho imparato a leggere durante la prima elementare, non ero uno dei tanti bambini prodigio (almeno a detta dei loro dei genitori) che già a…

Breve pentalogo per capire quanto “hai diventato vecchio”.

“Always buried in the past or future—systematically ignoring the present—and now it turns out that apart from the present we have no life at all”. “Voyage to Arcturus” – David Lindsay I numerosi e fedeli lettori di questo meraviglioso blog sanno della mia ossessione per il tempo, inteso come lo scorrere inesorabile della vita, non le…

Fiocco di neve – Floquet de Neu

Dans la chaleur, le silence A l’heure où les cyprès se balancent Les morts reposent au cimetière Sous le sable, face à la mer. Face à la mer – Les Négresses vertes     L’ospedale di Venezia è bellissimo, ha una facciata ricoperta di marmi e bassorilievi che è così bella che la direzione ha…

Time Out (che in veneziano sarebbe “tre”)

Uomini e donne che rincorrono l’ennesimo assist, una palla rubata, il tiro a fil di sirena. Il cui cuore batte con lo stesso sordo rumore che fa il pallone ogni volta che rimbalza, e seppur lo scatto e la precisione non sono più quelli di una volta non importa, finché c’è un canestro (e una palla) la vita resta meravigliosa.

The Piccirilli Brothers

“Keep, ancient lands, your storied pomp!” cries she With silent lips. “Give me your tired, your poor, Your huddled masses yearning to breathe free, The wretched refuse of your teeming shore. Send these, the homeless, tempest-tost to me, I lift my lamp beside the golden door!” Iscrizione sulla base della Statua della Libertà   L’altro…

Viaggiare (da fermi) con Il Poltronauta

“Partire è un po’ morire” Cap. Edward John Smith, Titanic.   Per festeggiare i 100 post (che in realtà sono 83, ma chi li conta più), ritorna la magnifica mappa de Il Poltronauta, per vedere dove “abitano” le storie del viaggiatore immobile. Buona lettura e buon viaggio.